Agopuntura

 

Secondo la teoria della medicina cinese, l’Energia chiamata QI, scorre come un fiume in canali invisibili detti meridiani.
I meridiani principali sono 12, 6 per lato, e sono disseminati nel loro percorso da punti, che possono essere trattati con un ago.
Ogni punto ha un nome e una sua funzione specifica.

 

LA TERAPIA
L’ago viene infisso nei punti scelti dal terapeuta, dopo una diagnosi accurata basata sulla raccolta di sintomi fisici ed emozionali.
La funzione dell’ago è permettere all’Energia di circolare di nuovo liberamente nei meridiani, con sollievo dal dolore e dalle patologie con guarigione.

 

GLI ANIMALI traggono enorme beneficio da questa terapia.
Naturalmente per avere una guarigione duratura l’animale deve vivere secondo la sua etologia e deve alimentarsi con cibi naturali.
Se alcune abitudini non cambiano, la guarigione totale non può avvenire!

La durata e la frequenza dei trattamenti viene stabilita dal veterinario in base alla diagnosi e alla prognosi.

Gli effetti dell’agopuntura sono:
Effetto antidolorifico mediante la stimolazione della produzione di endorfine da parte del cervello, nel lobo anteriore dell’ipofisi. Le endorfine sono sostanze simili alla morfina che inducono una riduzione del dolore.
Effetto antispastico immediato in caso di contratture, coliche, nevralgie
Effetto trofico e vasomodulatore, in quanto la riattivazione della circolazione fa arrivare nutrimento ai tessuti
Effetto ansiolitico e antidepressivo per via della stimolazione del sistema endorfinico e dell’inibizione dell’adrenalina e della noradrenalina che si liberano in situazioni di stress
Effetto immunomodulatore perché stimola la produzione di linfociti e cortisolo
Effetto neuroendocrino dovuto all’aumento della secrezione di ormoni del sistema riproduttivo come progesterone, estradiolo, prolattina.


Le sedute di agopuntura durano di solito dai 20 ai 60 minuti, a seconda dei casi.
Non ci sono protocolli fissi, dipende sempre dalla reazione dell’animale volta per volta.
Anche il numero dei trattamenti è variabile: in genere all’inizio si procede con due trattamenti a settimana per i casi acuti ne bastano anche quattro cinque, diverso è l’approccio con i casi cronici, che dipendono dall’età da quanto tempo l’animale è ammalato e dal livello della sua energia vitale.
Ricordiamoci che l’agopuntura è nata come terapia preventiva, per cui può essere effettuata anche in assenza di patologie evidenti, per esempio in un cane che si avvicina alla vecchiaia si può iniziare un ciclo di terapie per accompagnarlo in questa fase della sua vita in cui spesso la salute crolla improvvisamente.


PRINCIPALI PATOLOGIE CURATE CON L’AGOPUNTURA
:

-Malattie osteo articolari, artrosi, artriti, paralisi degli arti posteriori
-Problemi comportamentali
-Malattie neurologiche
-Infertilità e malattie dell’apparato riproduttore
-Malattie gastro enteriche
-Malattie della pelle
-Malattie cardio respiratorie
-Dermatiti di varia origine e problemi della pelle (melanomi e sarcoidi)
-Febbre
-Diarrea acuta e cronica
-Laminiti
-Patologie oculari di origine infettiva o traumatica
-Patologie respiratorie
-Problemi gastrointestinali Ulcere gastriche Coliche non chirurgiche
-Infertilità
-Calori ricorrenti e cisti ovariche
-Problemi ormonali
-Rifiuto del puledro
-Mastiti
-Tendiniti
-Sobbattiture
-Problemi di crescita dell’unghia
-Malattie parassitarie interne : piroplasmosi ed erhlichiosi
-Anemie di varie origine
-Criptorchidismo e priapismo nello stallone
-Tumori
-Ferite traumatiche aperte e traumi chiusi
-Problemi comportamentali di vario grado
-Cali di performance
-Paure

Concludendo questa rapida carrellata su un vastissimo argomento come l’agopuntura, senza la pretesa di fornire indicazioni terapeutiche, vogliamo evidenziare come le grandi scoperte che la medicina tradizionale cinese ha compiuto migliaia di anni fa, senza l’ausilio di moderne tecnologie, siano state confermate sia da studi scientifici che dal normale comportamento animale, che, se ben osservato e interpretato, dà già di per sé stesso la soluzione a molti problemi.

 

curare cani con l'agopuntura